ANTEAS Cinisello e le mascherine


ANTEAS Cinisello APS aderisce al Progetto “1 milione di mascherine”.



In questi drammatici mesi sono nate tante iniziative che hanno coinvolto molti italiani nella fase più critica del COVID-19 e in quella attuale.
Tra le tante ne vogliamo segnalare una in cui anche l’ANTEAS Cinisello è in prima fila.
Si tratta del progetto “1 milione di mascherine per imparare a proteggerci”.  

Le foto che troviamo in questo articolo mostrano le nostre preziose volontarie all’opera per la produzione delle mascherine


Il progetto

Si chiama POLIMASK ed è stato avviato, agli inizi della fase 1 dell’emergenza, dal Politecnico di Milano, a supporto di Regione Lombardia e con l’ausilio di Confindustria, per dare vita a una filiera di produzione locale di mascherine chirurgiche, mascherine FFP2 e FFP3 per uso sanitario, camici protettivi per operatori sanitari, occhiali e altri dispositivi di protezione, certificati dall’Istituto Superiore di Sanità e necessari per far fronte all’emergenza COVID-19.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a visionare il filmato esplicativo cliccando sul seguente link
https://www.youtube.com/watch?time_continue=20&v=o1W56KgpRPs&feature=emb_logo


Il fondamentale contributo delle reti del volontariato lombardo
 

Gli ideatori del progetto sono stati da subito consapevoli che questo ambizioso obbiettivo si poteva raggiungere solo con un’importante azione delle associazioni del volontariato.


Il FORUM del TERZO SETTORE di Regione Lombardia, ha pertanto rivolto l’invito a collaborare a questo progetto alle numerose associazioni che già si sono attivate per l’emergenza del COVID19, alcune delle quali proprio nella realizzazione di mascherine per la collettività.

Un nutrito gruppo di associazioni di volontariato

distribuite su tutto il territorio lombardo si è reso disponibile a produrre le mascherine con il materiale idoneo, secondo le specifiche indicate dal Politecnico.
Grazie al contributo delle industrie produttive delle materie prime, il progetto prevede la donazione di bobine di materiale filtrante alle associazioni di volontariato.
Le associazioni stesse possono confezionare le mascherine e renderle immediatamente fruibili nelle modalità ritenute più opportune.
Il volontariato diventa così il mezzo per informare ed educare la popolazione al corretto uso dei dispositivi di protezione.

Infatti il materiale distribuito dalle associazioni alla cittadinanza viene accompagnato da una lettera di descrizione dell’iniziativa comprensiva delle indicazioni fondamentali per il corretto utilizzo di mascherine chirurgiche e dispositivi di protezione individuali.

 
Ad oggi, grazie alle donazioni delle aziende produttrici, sarà possibile produrre quasi 2 milioni di mascherine.
L'assessore della Regione Lombardia all'Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo, che ha coordinato il progetto per la Regione ha dichiarato in un’intervista: “Ringrazio le realtà del Terzo settore che hanno aderito a questa iniziativa: associazioni, fondazioni, cooperative che si sono rese disponibili a realizzare mascherine.
Questo impegno conferma la forza del non profit lombardo da sempre in prima linea nel rispondere al bisogno con la sua creatività e capacità operativa
.”


La rete di associazioni che si è costituita attraverso questo progetto sta continuando il proprio operato anche nella fase 2 dell’emergenza, per dare un contributo concreto e aiutare in primo luogo i più bisognosi e le famiglie in povertà fornendo loro le mascherine gratuitamente.




Il ruolo di ANTEAS

Noi di ANTEAS Cinisello non abbiamo avuto esitazioni; abbiamo aderito da subito al progetto e deciso di metterci in gioco per dare un aiuto concreto a chi ne ha maggiormente bisogno in questa complessa ed ancora più rischiosa “fase 2” dell’emergenza COVID-19.
Con la quantità di tessuto che ci è stato donato una ventina di nostre volontarie (alle quali va il nostro più sentito ringraziamento!) si sono impegnate a realizzare 10.000 mascherine del tipo “chirurgico” PP1; una parte delle quali, e fino a esaurimento scorte, verrà distribuite a tutti i SOCI ANTEAS che ne faranno richiesta e un’altra parte sarà utilizzata dagli stessi volontari.

Siamo orgogliosi di partecipare a questa iniziativa dando un nostro modesto contributo alla soluzione del complicato problema delle mascherine che si è aperto in tutt’Italia.

Noi di ANTEAS faremo sempre la nostra parte, con l’impegno e la passione che ci contraddistinguono. Lo abbiamo sempre fatto, lo stiamo facendo in questa drammatica situazione, e continueremo a farlo in futuro!  


A.O                                       .